L'assistenza sanitaria durante le vacanze in Francia

2017
fr en es de it pt pl

I. In provenienza da uno Stato dell'Unione Europea, dall'Islanda, dal Liechtenstein, dalla Norvegia o dalla Svizzera

Lavoratori o disoccupati, residenti o pensionati, chiunque sia iscritto (o avente diritto) al regime di protezione sociale di uno Stato membro dell'UE, dell'Islanda, del Liechtenstein, della Norvegia o della Svizzera è in diritto di usufruire dell'assistenza sanitaria per le cure medicalmente necessarie ricevute in territorio francese.

A. La tessera europea d'assicurazione malattia per accedere all'assistenza sanitaria in Francia

Testi di riferimento:

Prima di partire, è necessario richiedere la Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) presso la propria ASL di residenza (o altro ente sanitario competente).

Essa garantisce l'accesso ai fornitori di servizi sanitari con sede in Francia senza procedure preliminari presso l'ente francese di residenza. Verranno erogate prestazioni alle stesse condizioni di quelle previste per i cittadini iscritti all'assicurazione malattia francese.

In caso di dimenticanza, smarrimento, furto o mancato possesso della tessera (emissione non abbastanza veloce o momentaneamente impossibile), le ASL possono emettere un "certificato provvisorio sostitutivo della TEAM". Esso potrà essere utilizzato alle stesse condizioni della TEAM ma avrà validità limitata.

Come utilizzare la TEAM in Francia

Le prestazioni in natura coprono spese mediche, spese farmaceutiche, spese per cure e protesi dentarie, spese di ricovero, spese per analisi ed esami di laboratorio, o spese di trasporto.

Cure mediche e dentarie

Prima di recarsi dal medico o dal dentista, è opportuno accertarsi che sia convenzionato. Fra i medici convenzionati sono due gli statuti possibili:

  • lo statuto di convenzione in settore 1: il sanitario aderisce interamente alla convenzione e rispetta le tariffe convenzionate;
  • lo statuto di convenzione in settore 2: il sanitario aderisce alla convenzione salvo per le clausole tariffarie e fissa liberamente i propri onorari.

In entrambi i casi, il rimborso da parte della CPAM o dalla CGSS del luogo di cura si baserà sulla tariffa convenzionata.

Sul sito della CNAMTS si può cercare un professionista della salute in base al proprio luogo di soggiorno.

I cittadini iscritti all'assistenza sanitaria di un altro Stato in soggiorno temporaneo in Francia non sono soggetti alle disposizioni della legislazione francese relative al percorso di cura (designazione del medico curante, visita presso quest'ultimo prima di consultare uno specialista). Per dimostrare di non essere soggetti alla procedura del percorso di cura ed evitare che il medico (di base o specialista) richieda il pagamento di un supplemento di onorario, è necessario presentare la tessera sanitaria europea o il certificato provvisorio sostitutivo.

Gli onorari del medico dovranno essere pagati direttamente allo stesso, che poi compilerà un modulo per il rimborso (feuille de soins) e, eventualmente, una ricetta.

In quanto non soggetti al percorso di cura, i cittadini iscritti all'assistenza sanitaria di un altro Stato sono liberi di consultare gli specialisti direttamente, senza l'impegnativa del medico di base.

Le prestazioni parasanitarie eseguite da ausiliari sanitari sono coperte solo se prescritte dal medico.

Farmacia

Per ottenere le medicine i pazienti possono recarsi in qualunque farmacia presentando il modulo per il rimborso e la ricetta che emessi dal medico. Il prezzo dei farmaci verrà inserito sul modulo per il rimborso che il farmacista restituirà insieme alla ricetta. I farmaci sono da pagare direttamente al farmacista.

Trasporto

Per chi debba spostarsi per ricevere delle cure, le spese di trasporto prescritte dal medico possono, a determinate condizioni, essere coperte dall'assistenza sanitaria francese.

Ricovero
In caso di emergenza, il numero da chiamare è il 112.

In caso di ricovero d'urgenza, consegnare all'ufficio accettazione dell'ospedale la TEAM o il certificato provvisorio sostitutivo. Potrà essere chiesto al paziente di dimostrare la propria identità per mezzo del passaporto o di qualsiasi altro documento valido.

Al di fuori del ricovero d'urgenza, si può ricevere assistenza sanitaria nell'istituto ospedaliero di propria scelta, sia esso pubblico o privato.

Se si consulta un medico prima del ricovero, quest'ultimo può individuare l'istituto o il servizio adatto ai bisogni del paziente, tenendo conto della qualità delle cure.

Si consiglia di informarsi sulle tariffe applicate e sul rimborso previsto, visto che in alcuni istituti gli onorari sono superiori alla tariffa convenzionata prevista dall'Assicurazione Malattia; la quota eccedente la tariffa convenzionata, chiamata "dépassement d'honoraires", non è rimborsata. Da notare inoltre che alcune - rare - cliniche private non sono convenzionate con l'Assicurazione Malattia. Per trovare le coordinate di istituti ospedalieri o informazioni sulle tariffe che applicano, consultare il sito Annuaire santé.

Di regola, le spese di ricovero sono coperte direttamente dalla cassa malattia all'80% (100% in taluni casi). In tal caso, il paziente che abbia presentato la TEAM o il certificato sostitutivo provvisorio al momento del ricovero non dovrà anticipare le spese; gli spetterà semplicemente la partecipazione che rimane a carico del paziente pari al 20% in caso di copertura sanitaria all'80%, cui si aggiunge il forfait giornaliero di € 18 per ogni giorno di degenza. In caso di copertura sanitaira al 100%, rimane da pagare il forfait giornaliero di € 18. Nell'ipotesi in cui le spese mediche vengano anticipate dal paziente, si ottiene il rimborso da parte della cassa di assicurazione malattia competente a seconda del luogo di ricovero, dopo avere spedito a tale ente il "bulletin de sortie" (lettera di dimissione) rilasciato dall'ospedale.

Da notare: indipendentemente dalla percentuale applicata per il rimborso, non sono rimborsate dall'assicurazione malattia le spese per il comfort personale (camera individuale, telefono, televisione, ecc.).

Le prestazioni di notevole entità con tariffa superiore o pari a euro 120 o quelle con coefficiente superiore o pari a 60 sono coperte al 100%. A carico del paziente rimane, tuttavia, una partecipazione forfettaria di € 18 per le prestazioni realizzate da uno stesso sanitario durante una visita, a prescindere dall'importo della prestazione. Viene applicata sia alle prestazioni erogate in ambulatori privati che in sede di ricovero.

Alcune persone che usufruiscono della copertura sanitaria al 100% possono essere esonerate dall'uno o dall'altro forfait o da entrambi (i beneficiari della copertura malattia universale complementare CMU-C, le persone affette da malattia di lunga durata, da malattia professionale, vittime di infortunio sul lavoro e le donne incinte dal sesto mese di gravidanza in poi).

Per il ricovero psichiatrico in una struttura sanitaria l'importo del forfait giornaliero è fissato a € 13,50.

I forfait giornalieri non sono rimborsati dall'assicurazione malattia ma possono eventualmente essere rimborsati da assicurazioni sanitarie come le "mutuelles" o da altre assicurazioni complementari.

Patologie croniche e preesistenti

In caso di terapia dialitica o di ossigenoterapia, prendere contatto con un centro specializzato nella regione del futuro luogo di soggiorno per chiedere un appuntamento.

B. Rimborso

Il modulo per il rimborso (feuille de soins) datato, firmato, accompagnato dalla ricetta e da una copia della tessera sanitaria europea o del certificato provvisorio sostitutivo, dovrà essere consegnato alla CPAM (o alla CGSS nei DOM) del luogo in cui il paziente ha ricevuto le cure. Occorre precisare il proprio indirizzo permanente e le proprie coordinate bancarie (nome della banca, indirizzo, codice SWIFT, n° di conto con codice IBAN o BIC).

In ogni dipartimento c'è almeno una CPAM; oppure (nei dipartimenti d'oltremare) una CGSS. Il sito della Caisse nationale d'assurance maladie des travailleurs salariés (CNAMTS / Cassa nazionale di assistenza sanitaria dei lavoratori dipendenti) offre la possibilità di fare una ricerca (per dipartimento) della CPAM o CGSS competente.

Di norma l'assicurazione malattia francese non rimborsa la totalità delle spese e una parte rimane a carico del paziente: il ticket. Oltre al ticket, rimangono carico dei pazienti anche:

  • per ogni visita o prestazione realizzata da un medico, di base o specialista, per ogni esame radiologico o per le analisi di biologia medica, una partecipazione forfettaria di 1 euro (con esenzione per i giovani di età inferiore ai 18 anni e per le donne incinte dal sesto mese di gravidanza in poi), entro il limite di 4 euro per un medesimo professionista della salute nell'arco di una stessa giornata.
  • su prestazioni parasanitarie (prestazioni eseguite da ausiliari sanitari), farmaci e spese di trasporto, una franchigia di:
    • € 0,50 a scatola di farmaci
    • € 0,50 per ogni prestazione paramedica, entro il limite di € 2 al giorno e per uno stesso professionista della salute
    • € 2 per ogni trasporto sanitario entro il limite di € 4 al giorno e per uno stesso trasportatore*.

La partecipazione forfettaria è limitata a € 50, per anno e per persona: si consiglia di conservare le note rimborso ricevute nell'arco dell'anno civile per chiedere l'esonero dal pagamento della partecipazione forfettaria nel caso essa superi i 50 euro. Anche l'importo della franchigia ha un tetto massimo di € 50 l'anno, per l'insieme prestazioni cui si applica.

Le prestazioni di notevole entità con tariffa superiore o pari a € 120 sono coperte al 100% con un ticket forfettario di euro 18 per prestazione, a prescindere dall'importo della stessa. Il forfait di € 18 rimane a carico del paziente e si applica comunque, che le prestazioni siano compiute in ambulatorio privato o in sede di ricovero.

Le spese mediche sono rimborsate al 70% della tariffa di responsabilità. A titolo indicativo, la tariffa convenzionata della visita del medico di base o dello specialista è fissata a € 25. Per il medico di base il rimborso effettuato dall'ente francese s'innalzerà a € 16,50 e a carico del paziente rimarranno € 8,50. L'importo di rimborso indicato tiene conto del ticket e della participazione forfettaria di un euro.

Le spese per analisi ed esami di laboratorio sono rimborsate al 60% della tariffa di responsabilità. Dal rimborso verrà detratta la participazione di un euro per ogni prestazione di biologia (entro il limite di 4 euro al giorno, per uno stesso laboratorio).

Le spese relative agli ausiliari sanitari sono rimborsate al 60% della tariffa di responsabilità. Dall'importo verrà detratta la franchigia medica di € 0,50 per prestazione, entro il limite di 2 euro per uno stesso paziente, uno stesso giorno, con il medesimo professionista.

Le spese di trasporto sono rimborsate al 65% delle tariffe applicabili. Dal rimborso verrà detratta la franchigia di 2 euro per percorso (entro il limite di 4 euro al giorno, per uno stesso trasportatore).

Vengono rimborsati i farmaci prescritti da un medico e inclusi nell'elenco delle specialità farmaceutiche rimborsabili ai pazienti. Vengono rimborsati al 15%, al 30%, al 65% o al 100% del prezzo di vendita o della base della tariffa di riferimento per alcuni gruppi di farmaci generici.

  • 100%: i farmaci riconosciuti insostituibili per patologie gravi e invalidanti,
  • 65% : i farmaci la cui efficienza dal punto di vista medico è alta o significativa,
  • 30% : i farmaci a efficienza moderata,
  • 15% : i farmaci a scarsa efficienza.

Dal rimborso verrà detratta la franchigia di € 0,50 per ogni confezione di farmaco.

C. In caso di assenza dal lavoro durante il soggiorno in Francia

Testi di riferimento:

  • art. 21 del regolamento (CE) n. 883/2004
  • art. 27 del regolamento (CE) n. 987/2009

In caso di inabilità al lavoro sopravvenuta in Francia, il medico consultato in Francia rilascerà un certificato di assenza dal lavoro per malattia (avis d'arrêt de travail) composto di tre fogli. Una volta compilato il certificato, i due primi fogli sono da indirizzare all'Ente di assistenza sanitaria competente dello Stato da cui il cittadino dipende per l'assistenza sanitaria, il 3° al datore di lavoro o agli uffici per l'occupazione per informarli dell'inabilità al lavoro.

In caso di ricovero gli uffici accettazione dell'ospedale rilasceranno un attestato sulla situazione del paziente (bulletin de situation) con valore di certificato di assenza dal lavoro per malattia. Alla dimissione, gli uffici amministrativi rilasceranno una lettera di dimissione e avrà termine la certificazione di assenza dal lavoro per malattia stabilita dall'attestato ospedaliero. Se lo stato di salute del paziente lo richiederà, il medico ospedaliero o il medico curante redigerà un certificato di assenza dal lavoro per malattia.

Sul sito ameli della CNAMTS si può scaricare il modulo del certificato di assenza dal lavoro per malattia (primo o continuativo) con le istruzioni per l'uso.

Le prestazioni economiche o indennità giornaliere di malattia sono esaminate e erogate direttamente dall'istituzione di appartenenza abituale.

II. Cittadini in provenienza da uno Stato firmatario di una convenzione internazionale di sicurezza sociale con la Francia

AlgeriaAndorraBeninBosnia-ErzegovinaCapo-VerdeGabonJerseyMacedoniaMaliMaroccoMonacoMontenegroNigerNuova CaledoniaPolinesia franceseQuebecSerbiaTogoTunisiaTurchia

III. Cittadini in provenienza da uno Stato diverso dai succitati

Verificare presso l'ente sanitario di appartenenza se esso include l'assistenza sanitaria all'estero e a quali condizioni.

Si consiglia di provvedere ad un'assicurazione privata che garantisca la copertura delle spese mediche che potrebbero avverarsi necessarie in territorio francese; essa è obbligatoria per ottenere il visto turistico.